Approfitto delle svariate mail ricevute negli ultimi giorni per parlare di un argomento di estrema importanza e valido a 360°, non solo quindi di ristorazione tout court.

Vorrei infatti aprire una discussione su come, per eccellere in ogni campo della vita (e non solo nella ristorazione), sia necessario lavorare sulla propria modalità di comunicazione verso l’esterno, verso il proprio team, prima ancora che su metodi e tecniche.

Lo spunto viene da tutti coloro che mi scrivono riguardo il mio portale nuovorestaurantmanager.it, chiedendomi chiarimenti sul programma del corso online Academy.

Uno degli argomenti trattati in dettaglio è come formare un team. Perché non basta avere validi professionisti per raggiungere dei sani obiettivi.

La prodigiosa formula capace di trasformare un gruppo di persone diverse in un team vincente ed affiatato è data dall’insieme di più fattori. Ingredienti che un restaurant manager deve sempre equilibrare ed avere sotto controllo se vuole sapere come formare un team  vincente e affiatato.

IL PRIMO È.. COMUNICARE INCESSANTEMENTE

Per fare un esempio molto semplice, immaginate una brigata di cucina in totale silenzio, lo chef che non comunica le “comande” o che non trasferisce i vari sistemi di cottura e produzione, oppure il maitre che non comunica ai suoi addetti di sala il tipo di servizio o il menu che quel ricevimento ha scelto. Difficile vero?.L’allenatore di una squadra comunica incessantemente istruzioni, anche durante il gioco, motivando il proprio team a dare sempre il meglio.

Il risultato è che gli atleti si chiamano, si scambiano suggerimenti e si complimentano reciprocamente per il gioco. Un’adeguata sequenza comunicativa, ossia una trasmissione costante della comunicazione, in tutte le direzioni, rappresenta la linfa vitale di qualsiasi gruppo di lavoro.

Quindi oggi per dare e ricevere il meglio devi essere l’allenatore dei tuoi uomini, istruendo e trasferendo le competenze continuamente… incessantemente.

CHI E PERCHÉ?… STABILIRE I RUOLI

In un team che si rispetti ciascun elemento ha un ruolo ben definito, solitamente assegnatogli in base a capacità, attitudini e competenze. Pensate a cosa accadrebbe se in un team di cucina tutti, compreso il fattorino, dessero ordini o si dirigessero a fare la stessa cosa. Ci sarebbe un grande caos. Un team è tanto più forte, quanto più è organizzato ed i suoi componenti sanno perfettamente qual è il proprio ruolo.

PASSA LA PALLA… E TRASFERISCI GLI OBIETTIVI

Come una squadra vincente tende verso un unico traguardo, ovvero la vittoria, così anche nel team di lavoro, la mancata condivisione degli obiettivi primari e secondari, può portare a conflitti, licenziamenti, ostruzionismo.

CAPITANO, MIO CAPITANO… FIDUCIA RECIPROCA

Sapere che si può contare al 100% sui propri colleghi di lavoro o sul proprio “allenatore”, è fondamentale per raggiungere qualsiasi risultato. Senza fiducia non può esistere un team vincente.

TUTTI PER UNO… REALIZZAZIONE

L’importante non è partecipare. Il buon manager deve puntare alla realizzazione di ogni componente non solo per se della propria squadra. Se questo succede, ogni persona s’impegnerà a dare il meglio di sè.

123 STELLA… DIVERTIMENTO

In un’azienda dove ci si può divertire, è più facile che si rafforzino i legami e si stemperino gli attriti. E perché no? Un po’ di divertimento non guasta ed inoltre permette di rinnovare l’energia.

Certo, per affrontare un processo manageriale del genere c’è bisogno di coraggio, di visione differente e di fiducia in sé stessi ma queste sono tutte doti e risorse che si possono anche sviluppare e allenare.

Poi, magari, ci aggiungerei un pizzico di autostima che non guasta mai.

Possiamo e dobbiamo credere in un futuro migliore per noi stessi e per i nostri uomini, perché molto di quel futuro passa sicuramente attraverso il nostro modo di comunicare e di relazionarci, e delle nostre scelte professionali.

Il lavoro che facciamo in rbmanager.com e tutto il know-how relativo al RBM va in questa direzione, e sono fiero nel vedere che sono già in molti i colleghi ed i professionisti che stanno ottenendo risultati rilevanti migliorando la propria comunicazione verso i collaboratori, con conseguente ristrutturazione della propria dimensione lavorativa.

L’argomento è tosto ed importante, perché intacca mentalità, credenze e valori. Quindi se voi da subito sapere come formare un team vincente e affiatato…

Approfondisci da subito!!!

 

Vincenzo Liccardi Come formare un team vincente e affiatato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *