cibo sano Vincenzo Liccardi restaurant coach

Food Wellness, “l’uomo è ciò che mangia”, le parola del vice Presidente di FIMAR

Cari lettori, cari Restaurant Managers, oggi torniamo a parlare di alimentazione naturale con Massimo Sacco, Food & Beverage Manager, esperto in Food Wellness Trend, patron della rinomata pizzeria “AlmaBuona” in via Angelo Emo 44 a Roma e con me in FIMAR (Federazione Italiana Manager della Ristorazione) con la carica di Vice Presidente.

Lascio subito la tastiera a Massimo che ci parlerà dei motivi che l’hanno spinto a dedicarsi al mondo dell'healty food,  del cibo sano e naturale.

 

“Come promesso nel precedente articolo, questa settimana ti parlerò del mio percorso professionale e del perché negli anni ho avviato dei progetti di ristorazione, legandoli al benessere. Parlare di benessere, oggi, vuol dire tutto e niente. Per me significa meticolosa selezione delle materie prime, un’ attenta manipolazione di ogni singolo ingrediente e tutto questo ad un solo scopo, preservare i nutrienti e servire al cliente un prodotto sano e di qualità, oltre che buono.

Tutto è iniziato una quindicina di anni fa, quando gestivo due attività all’interno di un noto centro commerciale laziale.

Un giorno casualmente sono venuto a conoscenza di un’indagine di mercato redatta dalla FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi), in cui si asseriva che il pasto fuori casa in Italia valeva circa 45 miliardi di euro (oggi sfiora i 75 mld). Fino a qui tutto nella norma, erano e sono numeri che costantemente tengo sott’occhio. Quello che ha stravolto la mia vita professionale è stata invece un’altra ricerca condotta da un’associazione di oncologi del Lazio, un vero e proprio trattato sui tumori con tanto di statistiche, informazioni sulle nuove terapie e una classifica di tutte le possibili cause che possono provocare questa malattia. Ero convinto di vedere al primo posto il tabagismo oppure i fattori genetici o ambientali. Invece sono rimasto scioccato nell’apprendere che il 70% dei tumori ha una stretta correlazione con l’alimentazione, per non parlare delle malattie cardiovascolari, del diabete, delle intolleranze, delle allergie. 

Ecco, dopo aver letto questa ricerca non ho potuto fare a meno di confrontare le due indagini e pensare che ogni ristoratore ha una responsabilità enorme: la salute di ogni singolo cliente! Aveva ragione Ludwig Feurbach quando nel 1850, nella recensione del trattato sull’alimentazione del medico fisiologo olandese Jakob Moleschott, scrisse “l’uomo è ciò che mangia”. Questo non vuol dire che se mangi una carote diventerai una carota o se mangi un coniglio ti ritroverai a brucare l’erba e a saltare. Quello che intendeva è più profondo e di grande attualità: se mangi cibo di qualità, sano, ricco di nutrienti il tuo corpo lo trasformerà in cellule di qualità. Diversamente saranno scorie nocive o comunque, nella migliore delle ipotesi, in grado di toglierti energia.

 

Queste riflessioni mi hanno fatto mettere in discussione tutto ciò che della ristorazione conoscevo e da lì a un paio di anni ho venduto le aziende che avevo per dedicarmi a progetti più “attenti”. L’obiettivo era, ed è ancora oggi, grazie anche al supporto di Vincenzo Liccardi e della FIMAR che rappresento come vice Presidente, riportare il cliente al centro del “Business della ristorazione”, riportare come focus principale di ogni buon manager la cura e la nutrizione del cliente.
Spero che quanto hai letto in questo blog possa ispirare anche te. Non è semplice, sono d’accordo, dovrai studiare tanto e metterti in gioco più e più volte. Ma siamo qui anche per questo. Quindi se hai dubbi, domande o semplici riflessioni comunicamele, sarò felice di risponderti”.

mangiare fuori casa Vincenzo Liccardi restaurant coach
siamo ciò che mangiamo Vincenzo Liccardi restaurant coach
cura del cliente Vincenzo Liccardi restaurant coach

 

Caro Massimo ti ringrazio per aver condiviso con noi la tua esperienza. Sarà un ottimo spunto di riflessione per i nostri lettori.

Per chi volesse approfondire, può sempre andare a trovare Massimo Sacco ad “Alma Buona” e parlare con lui, magari gustando la sua pizza con la Birra alla spirulina “Alma”.

Con voi l’appuntamento è al prossimo lunedì. A presto!

 

Vincenzo Liccardi primo Restaurant Coach Italiano

About Vincenzo Liccardi

Restaurant Coach®, Manager e Consulente in processi formativi e gestionali per il Management.

Restaurant Management | Restaurant Marketing | Communication | Motivation | Coaching | Leadership | Problem Solving | Team Building | Time Management


  • Fondatore e direttore didattico di Restaurant Coach®Academy
  • Tra i massimi esperti di sviluppo e posizionamento delle attività di ristorazione
  • Ideatore del metodo “Restaurant Business Model Canvas”

 

 

  • Master in Business Management e Marketing Management
  • Licensed NLP Coaching Master Pratichtioner™
  • Licensed Neuro Science Linguistic Coaching ACSTH-ICF

 

  • Trainer esparto in: Restaurant Coaching | Restaurant Management | Restaurant Marketing | Sales Management | Booking office system | Restaurant Revenue Management
  • In 20 anni di attività ha accumulato; + di 100 Consulenze e nuove Aperture | + di 1500 Ristoratori formati |

 

One thought on “Food Wellness, “l’uomo è ciò che mangia”, le parola del vice Presidente di FIMAR

  1. Pingback: AlmaBuona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *