Ricordo ancora con grande emozione quando a Malta, ormai più di due anni fa, sono stato intronizzato come Chevalier della Chaine de Rotisseurs, in occasione del Grand Chapitre internazionale del 2016.

Da allora ne è passato di tempo. Ho conosciuto tanti amici ed ho fatto miei i valori fondanti dell’Associazione, incoraggiando la professionalità nella ristorazione e promuovendo la formazione nel campo del Management, dell’Hospitality e del Food & Beverage.

Per quei pochi che non lo sapessero, la Chaine de Rotisseurs è l’Associazione Mondiale della Gastronomia, presente in tutto il mondo con i suoi 27mila iscritti. Nata nel 1268 come una confraternita di cuochi, nei secoli è diventata punto di riferimento per la ristorazione d’eccellenza ed è universalmente riconosciuta quale sinonimo di prestigio per i suoi membri che ne rispettano i suoi principi fondamentali: l’amore per la buona tavola ed il valore dell’amicizia.

brindisi con Roberto Zanghi Vincenzo Liccardi restaurant coach

Ogni anno la Chaine organizza il Grand Chapitre, un grande evento di convivialità in cui tutti i soci provenienti da ogni parte del Mondo si rincontrano in una città di un Paese diverso. Per il 2018, in occasione del 50esimo anniversario del Grand Chapitre, ci siamo riuniti a Roma, nella splendida città in cui vivo e che i miei confratelli hanno potuto apprezzare, vistando per quattro giorni i monumenti e le bellezze architettoniche che tutto il Mondo ci invidia.

Sabato 14 aprile, insieme ad altri 400 invitati, ho preso parte alla cena di Gala nelle maestose sale del Palazzo Brancaccio.

Gli chef Giovanni Luca Di Pirro, Fabio Baldassarre ed il Mastro Dolciere Alfonso Pepe erano in cucina, per la prima volta insieme, uniti per la Chaine, ed hanno creato dei piatti sublimi, per il palato e per gli occhi. 

Nell’Isola dei dessert ce n’erano alcuni tipici della mia terra, Napoli, come il Babà e la pastiera che ho gustato con il Passito di Pantelleria, prodotto dalla mia cara amica Francesca Minardi, proprietaria della cantina Minardi.

ena di gala grand chapitre 2018 vincenzo liccardi restaurant coach

L’amica e consorella Anna Accalai, incaricata della missione diplomatica per l’Italia, ha organizzato magnificamente questo evento e noi di FIMAR abbiamo cooperato mettendo a disposizione i nostri prestigiosi contatti , che hanno contribuito offrendo un cadoux dei loro migliori prodotti.

Un ringraziamento speciale va a:

Cantina Minardi

Corte dei Venti

Azienda agricola Maltese

Olio Ciarletti

Poggio Le Volpi

Pasta Lagano

Cose di Macchia

Enosis

La Luna del Casale

Cantine Ciu Ciu

Molino Sima

Azienda Vinicola Consoli

Barbanera Vini

Lamponi dei Monti Cimini     

Vincenzo Liccardi primo Restaurant Coach Italiano

About Vincenzo Liccardi

Restaurant Coach®, Manager e Consulente in processi formativi e gestionali per il Management.

Restaurant Management | Restaurant Marketing | Communication | Motivation | Coaching | Leadership | Problem Solving | Team Building | Time Management


  • Fondatore e direttore didattico di Restaurant Coach®Academy
  • Tra i massimi esperti di sviluppo e posizionamento delle attività di ristorazione
  • Ideatore del metodo “Restaurant Business Model Canvas”
  • Presidente FIMAR -Federazione Italiana Manager della Ristorazione
  • Autore di “Restaurant management - competenze e metodi per una ristorazione di successo
  • Autore di Nuovo Restaurant Marketing - Smettila di essere tirchio!
  • Pubblicazione accademica per la creazione del metodo di ripartizione dei costi aziendali su base unica applicato al Food Cost Control
  • Master in Business Management e Marketing Management
  • Licensed NLP Coaching Master Pratichtioner™
  • Licensed Neuro Science Linguistic Coaching ACSTH-ICF
  • Trainer esparto in: Restaurant Coaching | Restaurant Management | Restaurant Marketing | Sales Management | Booking office system | Restaurant Revenue Management
  • In 20 anni di attività ha accumulato; + di 100 Consulenze e nuove Aperture | + di 1500 Ristoratori formati |

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *